Menu

FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE 2018 – V EDIZIONE

FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE 2018 – V EDIZIONE

Visioni” sarà il tema centrale del Festival della Comunicazione 2018, giunto ormai alla sua V edizione.
Dal 6 al 9 settembre, 110 ospiti arriveranno a Camogli per parlare delle loro visioni del futuro, di come si immaginano e come sognano il mondo di domani: un mondo dominato dalle tecnologie, dalle fake news e dal digitale, ma anche un mondo in cui si può essere ancora visionari, in cui aumenta la sensibilità green e in cui ancora vive il ricordo dei grandi del passato, primo fra tutti Umberto Eco, uno dei fondatori della manifestazione. La visione, dicono infatti i direttori Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, “è la capacità di scorgere l’inedito, di vedere oltre il piano materiale e immaginare situazioni possibili e realizzabili. E’ lo sguardo che apre nuove strade, e mette in moto il cambiamento”.

 

Manifesto Umberto Eco, Festival della Comunicazione 2018, Camogli

 

Il Festival della Comunicazione negli anni

 

L’idea di questo festival nacque nel 2013, durante una cena tra amici cui partecipavano Rosaria Bonsignorio, Danco Singer e Umberto Eco. I primi due ebbero l’idea, e Eco la sostenne diventando il padrino della prima edizione, nel 2014. Da allora il Festival della Comunicazione attira ogni anno 30.000 partecipanti, che si raccolgono tra le piazze, le vie e i caffè di Camogli per ascoltare ospiti illustri, appartenenti a categorie diverse ma sempre legate al mondo della comunicazione: giornalisti, presentatori, attori, scrittori e musicisti. Volete alcuni nomi? Piero Angelo, vincitore del Premio Comunicazione 2017, Roberto Benigni, Alessandro D’avenia, Gustavo Zagrebelsky, Marco Travaglio (per vedere il programma completo potete cliccare qui).

 

Premiazione di Benigni, Festival della Comunicazione, Camogli

 

Il programma dell’edizione 2018

 

Quest’anno, ad aprire la manifestazione con una Lectio Magistralis sarà Renzo Piano, che inizierà dai tragici fatti di Genova, per poi  parlare sua visione del nuovo ambiente urbano e di come questo rispecchia e influenza la società. Il Festival proseguirà con un programma denso di appuntamenti: 78 incontri, 11 spettacoli e 2 mostre. Non mancheranno poi le colazioni con l’autore, novità della scorsa edizione che ha avuto molto successo. Per rilassarsi dopo una giornata di incontri ci saranno gli aperitivi semi-alcolici, mentre se cercate qualcosa di più avventuroso potrete partecipare alle 6 escursioni nell’Area Marina Protetta.

 

Aperitivo semi-alcolico, Festival della Comunicazione, Camogli

 

Il Premio Comunicazione 2018 è stato assegnato a Alessandro Barbero, storico e scrittore, famoso per le sue collaborazioni con “La Stampa”, “Il Sole 24 Ore” e programmi televisivi come Superquark. La premiazione si terrà al Teatro Sociale il 9 settembre alle 17.30, dopo il suo intervento “Le “visioni” di uno storico”.

Visto lo sguardo proiettato al futuro di questa edizione, non mancheranno i laboratori per i più piccoli: in tutto saranno 26 le iniziative dedicate a bambini, ragazzi e famiglie. Inoltre verranno coinvolte le scuole e le università, che forniranno una squadra di giovani volontari.

 

Il Festival e il Cenobio dei Dogi

 

Un festival di qualità, insomma, con un programma ricco e intenso, a cui il Cenobio dei Dogi partecipa tutti gli anni con entusiasmo, dando alloggio agli ospiti, mettendo a disposizione i suoi spazi in caso di maltempo e impegnandosi come centro logistico-organizzativo. Un impegno cui ci prestiamo con piacere, sapendo di contribuire così alla buona riuscita di una manifestazione che migliora e valorizza non solo Camogli, ma tutti coloro che vi partecipano.

 

Festival della Comunicazione 2018, Camogli

Condividi sui Social

Articolo precedente