Gite in battello: esperienze di viaggio uniche in Liguria, a Camogli
Menu

Gite in battello: esperienze di viaggio uniche in Liguria

Gite in battello: esperienze di viaggio uniche in Liguria

Ciò che ha reso celebre Camogli nel tempo è l’essere un borgo marinaro di grande fascino. L’acqua salmastra scorre nelle vene dei suoi abitanti, prerogativa dimostrata anche nel corso della festa religiosa di Stella Maris: il nucleo è una processione di barche, le quali durante il giorno navigano verso il santuario della Madonna a Punta Chiappa, mentre alla sera sono il luogo dal quale vengono lasciate in acqua le lanterne luminose.

DSC01133Proprio il suo essere così protesa verso il blu marino la rende meta ideale di un viaggio via mare. Perché non approfittare delle numerose possibilità di gite in battello, offerte dalle società di navigazione liguri. La barca non solo è un mezzo di trasporto comodo e pratico, ma consente un’esperienza di viaggio unica: ammirare il panorama della costa dal suo punto di vista ideale, ovvero dal mare. Sono poche le occasioni in cui si può godere del paesaggio di spiagge, scogliere e borghi da questa prospettiva, per cui è bene usufruire di questi servizi.

La navigazione è garantita da aprile a settembre.

Se si sceglie di imbarcarsi sulla flotta della compagnia Golfo Paradiso si può scegliere fra linea blu, verde, rossa e azzurra.

Al blu corrisponde la tratta Camogli, Punta Chiappa e San Fruttuoso. Il colore non è scelto a caso, poiché il viaggio equivale a un’immersione nelle acque dei luoghi più belli che ci sono nei dintorni di Camogli. Fra questi spiccano le baie di Punta Chiappa e San Fruttuoso, con l’intenso blu che sfocia nell’azzurro del loro mare. San Fruttuoso offre qualcosa in più: l’esperienza di visitare l’abbazia costruita sulla scogliera.

san fruttuoso - cenobio

san fruttuoso - cenobio

 

La linea verde conduce a quello scrigno sul mare, protetto da un’intensa vegetazione marina, quale è Portofino, passando prima per l’immancabile San Fruttuoso. Sarà una sorpresa scoprire, dietro al promontorio, questa piccola insenatura, così interna rispetto alla costa. Un luogo di relax, ma ricco di sorprese per quanto riguarda lo shopping.

Il rosso è un colore d’impatto, forse per questo motivo è stato scelto per dare il nome a questa tratta, che porta quasi dall’altra parte del Levante della Liguria: la meta Vernazza, una delle Cinque Terre, definita da tanti la Portofino spezzina. Prima di attraccare si passa per l’altrettanto nota Monterosso al mare. Non mancherà la visione dal mare di tutti e cinque i borghi, famosi in tutto il mondo per essere stati costruiti sulle rocce a picco sul mare.

L’ultima proposta di gita riporta ai colori del mare, l’azzurro, il colore che circonda il paese di Porto Venere, nella provincia della Spezia, la destinazione più estrema. Giungere a Porto Venere dal mare significa godere dei molteplici colori delle case che sorgono sul molo, caratteristica dei porti nei tempi antichi. Soprattutto significa lasciarsi affascinare dalla magnificenza della chiesta di San Pietro, dai tipici tratti liguri, che si erge su un promontorio, a picco sul mare; non a caso è luogo molto corteggiato dai promessi sposi, per celebrarvi il giorno più bello. Lo spettacolo è completo con la visione dell’isola Palmaria, opposta alla chiesa. Il battello conduce anche lì; la gita si chiude con il giro delle altre due piccole isole del Tino e Tinetto.

foto portovenere

 

Queste escursioni si svolgono in direzione del Levante ligure, ma è possibile anche imbarcarsi a Camogli in direzione Genova: si avrà la possibilità di dare tappa a Recco, il paese divenuto famoso soprattutto per l’ottima focaccia al formaggio.

C’è ancora un’opzione di gita fra cui scegliere, forse la più affascinante: la traversata notturna fra Recco, Camogli, San Fruttuoso e Portofino.

Chi invece desidera rompere gli schemi e vivere un’esperienza speciale può puntare su una vacanza in barca a vela, con sosta in rada a Camogli; un modo perfetto per coniugare voglia di mare e relax.

Condividi sui Social