Menu

Le spiagge nascoste di Camogli e dintorni

Le spiagge nascoste di Camogli e dintorni

La bellezza dell’estate camogliese sta nello scoprire il patrimonio naturale circostante. Il mondo stupefacente, impervio e strabiliante delle spiagge della Liguria: le sue perle nascoste e i suoi segreti, tra scogli e sabbia. Tra baie paradisiache circondate da una vegetazione straordinaria, calette magiche dall’acqua cristallina, arenili selvaggi, spesso nascosti e difficili da raggiungere.

Vi proponiamo una nostra selezione di spiagge nascoste di Camogli e dintorni, delle rarità che vale la pena scoprire:

 

Spiaggia di San Fruttuoso e le sue calette- Camogli

Nel Parco Naturale di Portofino, dove sorge la storica Abbazia medievale di San Fruttuoso di Camogli, troverete uno scenario suggestivo dove il mare verde-azzurro fa da protagonista, attorniato dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea. La baia di San Fruttuoso è un luogo ameno, scelto dai monaci per la sua pace tranquillità e bellezza. Ad oggi per arrivare a San Fruttuoso si può percorrere il sentiero di San Rocco, se si ricerca il percorso più avventuroso, oppure prendere il traghetto da Camogli o Santa Margherita. Una volta giunti a destinazione si può andare alla scoperta di calette spettacolari e luoghi inesplorati, raggiungibili in barca o, per i più allenati, a nuoto.

 

Punta Chiappa- Camogli

Rimanendo a Camogli, altro luogo incantevole è Punta Chiappa, considerata da molti una delle spiagge più belle d’Italia. Anch’essa raggiungibile con un trekking di 900 scalini passando per la chiesa di Nicolò Capodimonte. Il sentiero è spettacolare: scorci mozzafiato, suoni e profumi caratteristici del territorio vi accompagneranno per tutto il percorso. All’arrivo troverete di fronte a voi la scogliera a picco sul mare di Punta Chiappa, caratterizzata dalla sua acqua cristallina, dove potrete tuffarvi per rigenerarvi dopo la camminata.

 

Baia di Paraggi- Portofino

Spostandosi verso Portofino potrete scoprire altre spiagge scenografiche ed esclusive. Una su tutte la Baia di Paraggi, litorale sabbioso dove il mare è limpido e color smeraldo. Una volta arrivati a Paraggi potrete andare alla scoperta del luogo attraverso i vari tipi di esperienze proposte: dallo snorkeling, consigliatissimo per la bellezza dei fondali della Baia, fino alle gite in kayak e tour in barca. Oppure semplicemente godendovi la bellezza del paesaggio naturalistico circostante. Per arrivare a Paraggi potrete utilizzare il servizio bus da Santa Margherita Ligure oppure percorrendo la camminata Paraggi-Portofino immersa nel verde.

 

Baia delle Favole – Sestri Levante

Dirigendovi verso Sestri Levante, alle spalle della nota Baia del Silenzio, scoprirete la meno conosciuta Baia delle Favole, che prende il nome dallo scrittore danese Andersen, il quale si innamorò di Sestri Levante e ne scrisse nelle sue opere. Questa spiaggia, a differenza di quelle descritte in precedenza, è più accessibile e facile da raggiungere, adatta a famiglie e bambini, per il fondale basso e sabbioso.

 

Porto Pidocchio – Framura

Prendendo il treno da Camogli, andando verso le Cinque Terre scorgerete la spiaggia di Porto Pidocchio a Framura. Poco conosciuta e meravigliosa, questa splendida caletta di ciottoli si può raggiungere percorrendo la Ciclopedonale Maremonti Framura- Bonassola-Levanto a piedi o in bicicletta in direzione Porticciolo. Un’insenatura stretta tra le rocce, che si trova tra le “Case Rosse” progettate dall’architetto Vico Magistretti. Qui la vegetazione è ancora selvaggia e l’acqua è limpida e azzurrissima. Un luogo incontaminato, da visitare con attenzione e cura.

 

Baia delle Sirene- Bergeggi

Per chi è interessato a scoprire la parte più a ponente della Liguria, altamente consigliata è la Baia delle Sirene a Bergeggi. Una caletta immersa nella natura, silenziosa e riservata, lontana dalle spiagge più affollate. Una gemma tra le rocce scogliose raggiungibile percorrendo 300 scalini partendo dalla strada statale e per questo meno battuta. Una volta arrivati potrete tuffarvi nell’acqua fresca e trasparente della baia, ammirando il fondale marino, che riserva sempre qualche sorpresa.

 

Questi solo alcuni consigli: ricordate sempre che il fascino della riviera ligure sta nella sua varietà e nei suoi tesori nascosti. Non vi resta che scoprirne sempre di nuovi!

Condividi sui Social

Articolo precedente